Piazza Salute
Home Page cerca:  Farmacia   Medico
Farmaci e parafarmaci
Prodotti da banco
Patologie
Bellezza e benessere
Controllo della salute
Donna
Esperto
Fitoterapia
Igiene e cura
Infanzia
Omeopatia
Primo soccorso
Salute del cittadino
Sessualitą
Terza etą
Tutela del malato
Vita di coppia
Home page  » Sessualitą » Contraccezione » Pillola 
Contraccezione: arriva Klaira la prima pillola al "naturale". 11.09.09

Si chiama Klaira ed e' la prima pillola anticoncezionale "naturale" in grado di rilasciare estradiolo, l'ormone prodotto dal corpo femminile che lo riconosce come proprio. Disponibile nella Farmacie italiane in confezione da 28 compresse, Klaira rappresenza un'innovazione nel campo della contraccezione, come spiega la Prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del centro di
ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano.

"Questa pillola apre nuovi orizzonti non solo alle piu' giovani ma anche a chi e' in eta' piu' avanzata. Ma non deve sostituire gli altri contraccettivi ormonali in commercio. Klaira e' un'opzione in piu' per chi non e'
soddisfatto".

Efficace, ben tollerata e a ridotto impatto metaboico, il nuovo farmaco agisce grazie a un mix di estradiolo valerato e dienogest ed e' indirizzata soprattutto alle otto donne
su dieci che rifiutano gli ormoni sintetici.
Ma come funziona? Lo spiega la Prof.ssa Franca Fruzzetti, Ginecologa della clinica universitaria dell'Ospedale S. Chiara di Pisa: "Klaira agisce grazie a un mix a dosaggio flessibile di estradiolo valerato e dienogest, un
progestinico gia' ampiamente impiegato con successo per il suo effetto sull'endometrio. Ogni confezione e' composta da 28 compresse: 26 a base dei due ormoni, variamente combinati, piu' due placebo, cosi' da assicurare
un'assunzione continuativa ed evitare dimenticanze".

Dati clinici hanno dimostrato la sicurezza contraccettiva e la tollerabilita' della pillola su un campione di donne dai 18 ai 50 anni. Il 79,4% dei soggetti arruolati nella ricerca ha dichiarato la propria soddisfazione. L'aderenza al trattamento risulta essere del 97,1%. La protezione da gravidanze indesiderate e' garantita ed e' pari a quella degli altri farmaci contraccettivi attualmente commercializzati.

Per quanto riguarda le controindicazioni, nulla di diverso rispetto a quelle gia' indicate per le pillole anticoncezionali: non e' consigliabile in caso di epatite, trombosi, gravi malattie cardiovascolari, tumori
ormonodipendenti, ipertensione severa, emicrania con aura e per chi fuma.
 
«« indietro