Piazza Salute
Home Page cerca:  Farmacia   Medico
Farmaci e parafarmaci
Prodotti da banco
Patologie
Bellezza e benessere
Controllo della salute
Donna
Esperto
Fitoterapia
Igiene e cura
Infanzia
Omeopatia
Primo soccorso
Salute del cittadino
Sessualitą
Terza etą
Tutela del malato
Vita di coppia
Home page  » Infanzia » Attualitą 
Regione Veneto. Accordo con Unicef Italia: "Ospedali amici dei bambini OMS-UNICEF"

La Regione Veneto insieme all'UNICEF intende dare ulteriore impulso al Progetto "Ospedali Amici dei Bambini OMS- UNICEF" creando una vera e propria Rete
regionale degli "Ospedali amici dei bambini": questo impegno e' stato sancito oggi, 30 marzo, a Venezia, a Palazzo Balbi, Sala Pedenin in una cerimonia, in
cui l'Assessore alle Politiche Sanitarie della regione del Veneto Fabio Gava e il Presidente dell'UNICEF Italia Giovanni Micali hanno firmato il Protocollo d'Intesa tra la Regione del Veneto e il Comitato Italiano per l'UNICEF.

Alla cerimonia - coordinata da Franco Toniolo, Segretario regionale Sanita' e Sociale - hanno partecipato anche: Leonardo Speri, Coordinatore nazionale UNICEF Iniziativa "Ospedali amici dei bambini", Gianpietro Rupolo, Direzione Piani e Programmi socio-sanitari della regione Veneto, Luigi Bertinato, Servizio per i Rapporti Socio Sanitari Internazionali della regione Veneto e
Christoph Baker, consulente del Comitato Italiano per l'UNICEF.

L'iniziativa internazionale "BabyFriendly Hospital- Ospedale amico dei Bambini" e' stata lanciata dall'OMS e dall'UNICEF nel 1992 per assicurare che tutti gli Ospedali accolgano nel miglior modo possibile i neonati e che divengano centri di sostegno per l'allattamento al seno.

Dal lancio dell'iniziativa ad oggi sono stati piu' di 19mila gli ospedali in 150 paesi del mondo ad ottenere il riconoscimento di "Ospedale Amico dei bambini". In molti paesi dove gli Ospedali hanno ottenuto tale nomina e'
aumentato il numero di donne che allattano al seno ed e' migliorato lo stato di salute dell'infanzia. Eppure, solo la meta' circa di tutti i neonati e' allattata esclusivamente al seno nei primi quattro mesi di vita; se tutti i bambini fossero nutriti esclusivamente al seno sin dalla loro nascita, ogni anno un milione e mezzo di vite potrebbero essere salvate.

In Italia gli Ospedali riconosciuti "Amici dei bambini" sono 7: i primi due "nominati" sono stati Bassano del Grappa-Azienda ULSS n.3 (Vicenza) e Soave-Azienda ULSS n.20 (Verona), tutti e due della regione Veneto, che
verranno coinvolti nella rete; gli altri ospedali sono: Merano (Bolzano), Montepulciano (Siena), Bressanone (Bolzano), Vipiteno (Bolzano) e la Casa di Cura "La Madonnina" (Bari).

Per diventare "amico dei bambini", un ospedale si deve impegnare a non accettare campioni gratuiti o a buon mercato di surrogati del latte materno, non usare biberon o tettarelle, e applicare le dieci norme specifiche
UNICEF/OMS in favore dell'allattamento al seno. Queste norme prevedono tra l'altro: la formazione specifica del personale, il "rooming-in" (cioe' la sistemazione del bambino nella stessa stanza della madre 24 ore su 24) e
fornire informazione corretta alle neo madri per incoraggiarle ad allattare esclusivamente al seno almeno per i primi sei mesi di vita del neonato (come raccomandato dall'OMS).Con questa nuova iniziativa presentata a Venezia, l'UNICEF-Italia conferma il suo impegno, in collaborazione con il mondo medico e sanitario, a sostegno dell'allattamento al seno, in quanto espressione del diritto al benessere psico-fisico delle mamme e dei bambini italiani e degli altri paesi del mondo.

Per maggiori informazioni:

Comitato italiano per UNICEF:
Tel: 06.47809233-279
e-mail: press@unicef.it

Comitato Regionale Veneto per l'UNICEF:
Tel: 041.2793878
e-mail: comitato.veneto@unicef.it
 
«« indietro