Piazza Salute
Home Page cerca:  Farmacia   Medico
Farmaci e parafarmaci
Prodotti da banco
Patologie
Bellezza e benessere
Controllo della salute
Donna
Esperto
Fitoterapia
Igiene e cura
Infanzia
Omeopatia
Primo soccorso
Salute del cittadino
Sessualitą
Terza etą
Tutela del malato
Vita di coppia
Home page  » Infanzia » Attualitą 
Psicofarmaci: scontro AIFA/Giu' le Mani dai Bambini. Si alza la tensione: dure accuse reciproche.

A margine del tavolo su psicofarmaci e bambini convocato ieri dal Ministro Livia Turco, si e' registrato un duro scontro tra l'Agenzia Italiana del Farmaco e Giu' le Mani dai Bambini, la campagna nazionale di farmacovigilanza
per l'eta' pediatrica. In risposta alle polemiche dei giorni scorsi sul potenziale conflitto di interesse dell'AIFA stessa, la cui Presidente e' un ex alta funzionaria di FarmIndustria, il delegato dell'AIFA, Dott. Antonio Addis,
ha accusato pubblicamente Giu' le Mani dai Bambini, rappresentata al tavolo dal Portavoce Luca Poma, di scarsa chiarezza nell'approvvigionamento di finanziamenti, nonché di condurre una "battaglia ideologica" contro la
somministrazione di psicofarmaci ai bambini. In una nota, il Portavoce Luca Poma ha replicato: "Per restare in tema con l'oggetto del tavolo ovvero i disturbi dell'infanzia, il Dott. Antonio Addis e' possibile soffra di un disturbo della lettura, dal momento che tutti i nostri "sponsor", in servizi ed in denaro, sono pubblicati nell'omonima sezione del nostro portale, in ossequio alle piu' elementari prassi di trasparenza. In ogni caso, non servono molti soldi per mandare avanti Giu' le Mani dai Bambini: siamo tutti volontari, difendiamo il diritto alla salute dei bambini per passione e dovere civile, non prendiamo soldi a fine mese per fare cio' che facciamo, come questi Signori dell'AIFA. Circa la battaglia ideologica . conclude Poma . dico solo che abbiamo presentato all'AIFA a piu' riprese e per iscritto proposte concrete ed elaborate da noti esperti e specialisti per rendere un buon servizio all'infanzia italiana e migliorare i protocolli per la somministrazione di questi farmaci, ma l'AIFA, nonostante sia un ente pubblico, non ha ancora trovato il tempo e la buona educazione per rispondere, non tanto a noi quanto
alla significativa fetta di societa' civile che Giu' le Mani dai Bambini rappresenta. La verita' e' che contrastando con fermezza l'ipermedicalizzazione dell'infanzia e gli interessi anche finanziari che questa strategia sottende,
abbiamo toccato dei nervi scoperti, e la reazione del delegato dell'AIFA ne e' la prova.

Comunicato Stampa Giu' le Mani dai Bambini
 
«« indietro